Giovedì 22 febbraio: Conviviale in sede sul tema “Le caratteristiche idrogeologiche del territorio, rischi, messa in sicurezza e prevenzione”. Relatore dott. Alfredo La Chioma geologo.

Il relatore dott. La Chioma è stato uno dei redattori del Piano di Emergenza Comunale e aiutato da numerose e chiare slides cartografiche e di sintesi ci ha esposto quanto segue.

Il Piano di Emergenza Comunale (PEC) costituisce l’insieme delle procedure operative di intervento da attuare al verificarsi di un evento calamitoso e si basa sulla conoscenza delle condizioni di pericolosità e dei conseguenti rischi che investono il territorio comunale, individuati attraverso lo studio effettuato per la redazione del PEC.

Pertanto il Piano rappresenta lo strumento a disposizione del Sindaco per effettuare con tempestività un’azione di primo intervento e per fornire, successivamente, alle componenti operative comunali e sovracomunali, una pianificazione capace di consentire la gestione dell’emergenza con rapidità e razionalità.

Inoltre il PEC, contenendo le informazioni tecnico-scientifiche afferenti ai rischi individuati, permette di effettuare le azioni di prevenzione finalizzate alla eliminazione o mitigazione dei rischi anche attraverso finanziamenti nazionali e regionali previsti dalla vigente normativa.

I rischi individuati che insistono sul territorio di Tivoli sono rappresentati da:

Rischio Incendi Boschivi

Rischio Idrogeologico

Rischio Sismico

Rischio Ghiaccio e Neve

Rischio Industriale

Per la stima di ogni rischio è stata utilizzata la seguente formula che è data dalla combinazione di tre fattori ed integrata da ulteriori fattori per alcune tipologie di rischio:

Rischio (R) = Pericolosità (P) x Vulnerabilità (V) x Valore Esposto (E)

dove i tre fattori sono nello specifico:

Pericolosità (P): costituisce la probabilità che un dato

evento calamitoso (frane, inondazioni, terremoti, sinkhole, liquefazione, industrie a incidente rilevante, ecc.) si manifesti con una certa intensità, in un preciso luogo ed in un dato tempo;

Vulnerabilità (V): è la maggiore o minore propensione degli elementi esposti (persone o cose) ad essere danneggiati da uno specifico evento;

Esposizione (E): è intesa come numero di unità ( o “Valore”)

di ogni elemento a rischio (persone, animali e cose) presente in una data area; fornisce una misura socio-economica dell’evento calamitoso essendo valutata in funzione della presenza antropica e del valore storico-turistico-ambientale del territorio.

Per ogni rischio sopra elencato sono stati definiti gli scenari attraverso una descrizione sintetica dei possibili effetti derivanti dagli eventi calamitosi sulle persone, beni e territorio, e dalla relativa cartografia esplicativa.

Grazie al dott. La Chioma per la sua esaustiva relazione.

Giovedì 18 gennaio: Conviviale sull' Effettivo e Nuovi Soci.

Uno dei programmi prioritari del Rotary Club di Tivoli, ma anche dei Rotary di tutto il Distretto, è quello del rinnovo dell’effettivo, affinchè esso possa includere quanto più possibile anche le nuove professioni emergenti e rispecchiare la diversità della comunità in cui opera oltre ad includere sempre di più giovani professionisti accomunati dall’idea di servizio al di sopra di ogni interesse personale.


Durante la Conviviale del 18 gennaio è stato affrontato questo importante tema e presentato il piano di incremento dell’effettivo che già da quest’anno dovrebbe portarci due ingressi.
Buon lavoro a tutti i rotariani vecchi e nuovi.

Sabato 16 dicembre 2017: Conviviale degli auguri natalizi al Villaggio Don Bosco

In conclusione dell’anno solare non poteva mancare per il Rotary Club di  Tivoli la serata degli auguri natalizi che già da molti anni si tiene al Villaggio Don Bosco per permettere una raccolta di fondi in favore dei ragazzi ospiti di Don Benedetto.

È una occasione conviviale di sereno divertimento che quest’anno il Presidente del Rotary Alessandro Mattoni insieme alla signora Franca hanno curato personalmente arricchendola con esibizioni musicali, canore, e questa volta anche di magia, inedite e sorprendenti per i talenti manifestatisi; inutile sottolineare gli applausi raccolti dai soci e dai numerosissimi ospiti che ci hanno sostenuto con la loro generosità.

Come in passato è stato determinante il ruolo delle signore rotariane nell’allestire la rappresentazione del presepe, l’addobbo della sala sui toni dell’oro e un accurato programma comprendente anche una riffa finale.


Buon Natale e buon anno nuovo da tutta la famiglia rotariana.

Giovedì 11 gennaio 2017: Conviviale per soli Soci sullo Stato dei Progetti rotariani

Durante il mese di gennaio e dopo la visita del governatore le Conviviali sono state dedicate alle attività interne di Club, l’11 gennaio si è fatto il punto sui progetti in corso o appena ultimati.
Il socio Mario Rastelli riferisce sul Progetto proposto dal CIS Centro Integrazione Sociale che opera da anni per l’inserimento delle persone disabili volto ad avviare le opere murarie per l’abbattimento delle barriere architettoniche tra le due parti del Parco Braschi a Tivoli.

Le progettazioni sono state consegnate, i permessi degli enti preposti ottenute i fondi per la realizzazione già reperiti e stanziati per cui si decide di programmare una breve cerimonia presso la sede del Cis per consegnare i fondi ed avviare la parte operativa dei lavori necessari.


Buone notizie anche sul fronte di un altro importante Progetto Rotariano quello che ha visto il Rotary in Partnership con l’Istituto Pasteur Italia fondazione Cenci Bolognetti presieduto dal Prof. Luigi Frati.

Il Rotary Club di Tivoli ha promosso una raccolta di fondi destinata ai Comuni dell’area interessata dall’evento sismico del 24 agosto 2016. Con la somma raccolta, integrata dall’Istituto Pasteur Italia, è stato indetto un concorso tra le scolaresche delle Scuole dell’area sismica, con la partnership della Fondazione di ricerca biomedica “Istituto Pasteur Italia”, Roma. Il concorso prevedeva che le scolaresche avessero presentato un elaborato sul tema “La scienza costruisce il nostro futuro”, corredato di una fotografia a colori. Una Commissione Rotary-Pasteur ha valutato gli elaborati, proclamando i vincitori, alle cui Scuole verrà consegnata una prestigiosa strumentazione scientifica destinata al potenziamento del laboratorio didattico-scientifico della Scuola.

Le scuole risultate vincitrici sono state quattro, tutte nell’area sismica e per la precisione:

l’ Istituto Comprensivo "Egisto Paladini" a Treia in provincia di Macerata

l’Istituto Comprensivo Interprovinciale dei Sibillini a Comunanza in provincia di Ascoli Piceno

l’Istituto professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato "Renzo Frau" a Sarnano in provincia di Macerata

Il Liceo Scientifico Statale di Cascia in provincia di Perugia.

Ogni scuola riceverà un Microscopio trinoculare ZEISS Primo Star alogeno, completamente equipaggiato con immersione ad olio e contrasto. Il Primo Star è stato sviluppato per poter essere utilizzato a lungo nel tempo e si avvale della certificata esperienza Carl Zeiss nel campo della microscopia ottica, che lo rende assolutamente idoneo per scopi didattici.
L’Istituto Pasteur ha ulteriormente implementato la dotazione scientifica per le scuole provvedendo a coprire la differenza affinchè tutti i microscopi siano dotati di appositi proiettori per potere condividere le osservazioni in corso con tutti gli studenti durante le lezioni.

Il Presidente si è congratulato con il Club tutto per l’impegno dimostrato nel seguire e portare a termine i progetti alcuni dei quali hanno avuto durata pluriennale, testimonianza dell’impegno e della continuità delle attività di Club.

Giovedì 23 novembre 2017: Conviviale con Assemblea Elettiva.

La ruota rotariana simboleggia tra le altre cose l’alternanza nella direzione e nella coordinazione delle attività di Club.


In quest’ottica di continuità, la Conviviale di novembre è stata dedicata all’elezione del gruppo direttivo dell’anno sociale prossimo ed alla designazione del Presidente di Club dell’anno 2020-2021.


I nostri migliori ringraziamenti ed auguri vanno perciò all’Ing. Piero Sirini, Presidente di Club per l’anno 2018-2019 che ha, tramite il voto collegiale, formato la sua squadra ed alla Dott.sa Marina Cogotti che è stata eletta all’unanimità presidente del Rotary Club Tivoli per l’anno 2020-2021.