Agosto 2016 - luglio 2017: Il Rotary Tivoli ha partecipato al progetto Scambio Giovani del Rotary International.

Quest’anno il Rotary di Tivoli ha portato avanti un impegnativo ed entusiasmante duplice progetto: Sarah Dwerklotte proveniente dall’Oklahoma, negli U.S.A.  ha fatto parte per un anno della “famiglia” rotariana di Tivoli essendo stata ospitata in casa di soci e di altre famiglie che hanno aderito al progetto che il Rotary International porta avanti grazie ai Rotary Club locali in molte parti del mondo.
Contemporaneamente, una studentessa proposta dal Club, Emma Garvey, ha vissuto la stessa entusiasmante esperienza in Spagna, a Valencia, ospite del Rotary Club locale.

 

Ma per capire meglio la natura di questo progetto è bene spiegare cosa sia lo Scambio Giovani.

Lo Scambio Giovani è un'iniziativa del Rotary International ed il primo scambio documentato risale al 1929.

Yoko Sekimoto, prima studentessa proveniente dal Giappone a fare questa esperienza, racconta:

“Potere incontrare di nuovo con i miei compagni di studio e le famiglie ospitanti dopo 50 anni è stato semplicemente meraviglioso. Tramite lo Scambio giovani del Rotary ho avuto una preziosa occasione e favolosa esperienza. Grazie”.

Oggi oltre 82 Paesi e oltre 8000 studenti partecipano annualmente al programma.
Un giovane studente, in età compresa tra 15 e 19 anni, per un periodo, in questo caso di un anno parte, sostenuto da un Rotary Club  tra quelli disponibili in tutto il mondo, ed un altro vive la stessa esperienza nel Rotary ospitante, come in questo caso, quello di Tivoli, che ne segue il percorso curando le sue esigenze tramite un tutor rotariano che affianca le famiglie ospitanti.

Gli studenti protagonisti dello scambio così possono:

  • Sviluppare doti personali ed interpersonali che durano una vita
  • Imparare una nuova lingua e cultura
  • Allacciare amicizie durature con altri giovani di tutto il mondo
  • Diventare cittadini del mondo

Ospitare i giovani studenti provenienti da un altro Paese è non solo un'esperienza gratificante per l'intera famiglia, ma anche un modo per viaggiare senza uscire dalle pareti di casa. La famiglia ospite offre vitto e alloggio allo studente straniero, lo iscrive a scuola, lo accoglie nella quotidianità della vita familiare e lo coinvolge in varie attività culturali. Tutte le famiglie ospitanti sono sottoposte ad un processo selettivo e ricevono un orientamento da parte del Rotary.
Grazie alle due studentesse ai Rotary ed alle famiglie ospitanti.